X
Cosa stai cercando?
Remunerazione
In ottemperanza alle disposizioni emanate dalla Banca d'Italia, a quanto disposto dalla Consob, nonché tenendo presenti le indicazioni del Codice di Autodisciplina e gli Orientamenti dell'Autorità Bancaria Europea, l'Assemblea dei Soci di doBank ha approvato le "Politiche di remunerazione e incentivazione 2017" (la "Politica"), redatta in conformità alle "Disposizioni di vigilanza in materia di organizzazione e governo societario delle banche" di cui alla circolare Banca d'Italia n. 285 del 17 dicembre 2013 e successivi aggiornamenti.

Nello specifico, la Politica definisce i criteri di remunerazione e incentivazione a favore del personale più rilevante della banca nonché dei componenti degli organi con funzione di supervisione strategica, gestione e controllo, e altri dipendenti.

I principi e gli standard previsti nella Politica vengono altresì estesi, in quanto applicabili, anche alle società controllate da doBank, ai fini della progettazione, implementazione e monitoraggio delle rispettive pratiche, piani e programmi retributivi.

Ai fini della definizione della Politica, si è tenuto conto - oltre che dei profili dimensionali e di (limitata) complessità operativa - del modello di business del gruppo doBank e dei conseguenti livelli di rischio ai quali lo stesso può risultare esposto. È stato altresì perseguito, quale obiettivo, quello di definire un sistema di remunerazione coerente con i valori, le strategie e gli obiettivi aziendali di lungo periodo, con i risultati aziendali correttamente parametrati al fine di tenere conto dei rischi, con i livelli di capitale e liquidità necessari, e di evitare distorsioni nel sistema incentivante che possano indurre i destinatari della Politica a porre in essere condotte in violazione di normative o ad un'eccessiva assunzione di rischi per il gruppo.